Matera: continua la mission in Kenya di Sparkme, l’acceleratore d’impresa di Openet Technologies S.p.A.

Alta tecnologia, a sostegno dello sviluppo sostenibile e formazione di imprenditori nel settore delle economie emergenti. E’ quanto portato avanti da Openet, questa volta come servizio alle imprese di Nairobi – Kenya. E’ in corso infatti, proprio in questi giorni la seconda fase di SPARKme l’acceleratore di impresa dedicato a progetti space che vede coinvolte l’Agenzia Spaziale Italiana, l’ESA – Agenzia Spaziale Europea ed E4Impact Foundation,  nata dalla collaborazione tra Università Cattolica, Securfin, Mapei, Salini-Impregilo, Bracco ed ENI. Numerosi workshop caratterizzano la settimana di Nairobi, che vede impegnate più di 15 imprese a confronto con  un ingegnere di Openet, esperto in telecomunicazioni. Al termine della settimana,  5 aziende avranno accesso alla tecnologia satellitare e ai servizi di Business acceleration offerti  da Openet. Inoltre  il team di Openet incontrerà in questi giorni di permanenza in Kenya, le aziende incubate nella prima fase di SPARKme  per raccogliere il loro feedback e definire insieme strategie e sviluppo commerciale dei servizi pilota implementati durante il primo anno grazie alla tecnologia satellitare. La visita, è anche occasione per incontrare i partner E4impact e BSS Africa, fare il punto della situazione e discutere insieme la strategia da adottare per la seconda fase di accelerazione. Venerdi 11 ottobre 2019 poi, collegamento da Nairobi in videoconferenza con ASI a Roma in occasione della space week, evento internazionale dedicato a ricerca e innovazione nel settore spaziale, dove sarà presente l’ufficio comunicazione e relazioni istituzionali di Openet. Giunta alla sua quarta edizione, la SPACE Week è un’occasione unica di informazione sugli scenari e le nuove opportunità di finanziamento dall’Europa, nonché di incontro e networking per creare sinergie di successo tra gli attori del settore spazio.  La tre giorni prevede un intenso programma di incontri e attività per università, centri di ricerca e ricercatori, industria, PMI, start-up e incubatori, finanza e amministrazioni pubbliche.