La grande mostra sul Rinascimento ospita le opere di Donatello, Raffaello e Antonello da Messina

A Palazzo Lanfranchi, dal 19 aprile fino al 19 luglio 2019, è possibile visitare la grande mostra Il Rinascimento visto dal Sud. Matera, l’Italia meridionale e il Mediterraneo tra ‘400 e ‘500, esposizione cardine del programma culturale di Matera Capitale europea della cultura 2019. Sono ben 215 le opere da ammirare lungo un intero secolo di storia che parte dal 1438 fino al 1535, anno che segna la conquista di Tunisi da parte dell’Imperatore Carlo V. Sono tre i maestri assoluti: Antonello da Messina, Donatello e Raffaello con in mostra la Annunciata di Antonello, la meravigliosa Testa di cavallo di Donatello (in foto) e il disegno preparatorio della Madonna del pesce di Raffaello. Di rilievo i documenti, preziosissimi, come il Codice di Santa Marta, manoscritto proveniente dall’Archivio di Stato di Napoli, e il Libro d’Ore di Alfonso d’Aragona della Biblioteca Nazionale di Napoli. L’impagabile lavoro collettivo, frutto di intensi studi, e la collaborazione di musei e Soprintendenze consegnano alla città di Matera una grande irripetibile, che accompagna il visitatore lungo un viaggio nel Mediterraneo, inteso come crocevia e come padre dell’Europa.